detrazione per interventi di efficientamento energetico

SUPPERBONUS 110%

L'agevolazione fiscale per le spese sostenute spetta a determinate condizioni. Questa è permessa nel caso in cui gli interventi siano effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con almeno un accesso autonomo dall'esterno, site all'interno di edifici plurifamiliari, nonché sulle singole unità immobiliari.

 

L'accesso alla detrazione del 110%, per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, è possibile tramite l'applicazione di una delle tre tipologie di intervento riportate qui affianco, definite  dal Decreto Rilancio come interventi "trainanti". Questi permettono di accedere al Superbonus e di, eventualmente, avere la medesima detrazione fiscale per altre tipologie di interventi, che normalmente sarebbero soggetti a detrazioni minori.

 

Chi può usufruire della detrazione Superbonus sono: i condomini, le persone fisiche (al di fuori dell'esercizio di attività lavorative), gli Istituti autonomi case popolari, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale e le società sportive dilettantistiche.

Interventi "trainanti" per accesso al SUPERBONUS 110%

  • Interventi di isolamento termico degli involucri edilizi: interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali (coperture, pavimenti) ed inclinate delimitanti il volume riscaldato, verso l'esterno, verso vani non riscaldati o verso il terreno, che interessano l'involucro dell'edificio, anche unifamiliare o dell'unità immobiliare sita all'interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente idipendente e disponga di almeno un accesso autonomo dall'esterno. L'intervento deve essere caratterizzato da un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell'edificio medesimo e deve rispettare i requisiti di trasmittanza "U" espressa in W/m2K, definiti dal Decreto comma 3-ter dell'art. 14 del decreto-legge n. 63 del 2013. I materiali isolanti impiegati, inoltre, devono rispettare i criteri ambientali minimi riguardanti le percentuali di materiale riciclato presente all'interno dell'isolante.

 

  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni: interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati destinati al riscaldamento, al raffrescamento e alla produzione di acqua calda sanitaria. Questi dovranno essere dotati di: generatori di calore a condensazione, generatori a pompe di calore, apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore e caldaia a condensazione, sistemi di microcogenerazione e collettori solari.

 

  •  Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari: interventi effettuati sugli eidfici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente idipendenti e dispongano di almeno un accesso autonomo dall'esterno, corrispondenti ai medesimi interventi descritti al punto precedente, con l'aggiunta, solo per le aree non metanizzate, dell'installazione delle caldaie a biomassa.

consulenza energetica e studio preliminare

A disposizione del committente il nostro studio offre un servizio di consulenza energetica volta alla verifica della possibilità di accesso agli incentivi fiscali e relativa individuzione degli interventi da attuare. Tramite la compilazione da parte del committente, del documento in PDF, scaricabile al link sottostante, è possibile fornire un inquadramento generale dell'edificio per poter successivamente effettuare valutazioni più approfondite.

 

Una volta compilato, inviare il modulo all'indirizzio e-mail: raimondo.luca@gmail.com

Scheda di raccolta dati preliminare
SuperEcoBonus_Raccolta dati.pdf
Documento Adobe Acrobat [324.4 KB]

Via Susa 4/A, 10138 - Torino

+39 011 76 54 621

P.IVA 09590340015

www.lucaraimondoarchitetto.it